Slide background

DEUMIDIFICAZIONE AMBIENTALE:
COME RISOLVERE IL PROBLEMA DI MUFFA E CONDENSA
CAUSATA DALL’UMIDITA’ AMBIENTALE
SeparatoreAzzurro

L’IMPORTANZA DEL RICAMBIO D’ARIA
NEGLI AMBIENTI:

Negli ultimi anni si costruisce con maggior attenzione al rispetto dei massimi standard di recupero energetico.

A seguito di ciò, nelle moderne costruzioni e nell’adeguamento delle esistenti, l’utilizzo di materiali e tecnologie sempre più performanti rende i locali in cui viviamo sempre più sigillati.
La ventilazione dei locali diventa dunque una priorità assoluta.

In ambienti così sigillati, naturalmente, l’aria interna risulta facilmente più umida e inquinata rispetto a quella esterna a causa di numerosi fattori, quali, per citare i principali, i prodotti utilizzati per la pulizia, i residui della cottura dei cibi, l’umidità e le esalazioni prodotte in locali igienici o lavanderia o le sostanze generate dal nostro corpo che contribuiscono alla creazione di una condizione estremamente insalubre e allergica, in casi limite ed in particolari locali accompagnata anche dalla comparsa di muffe.

Il ricambio d’aria (ventilazione) restituirebbe salute e vivibilità ai locali.

04_benessere_deumidificazione_melloncelli

L’UMIDITÀ AMBIENTALE

La comparsa delle tipiche macchie sulle pareti rappresenta uno stadio già avanzato del processo di creazione delle muffe perché la prima colonia di spore non è visibile ad occhio nudo.

 

La causa è l’umidità da condensa. Le tecnologie Melloncelli, ricambiando l’aria, permettono l’espulsione dell’umidità in eccesso dal locale in cui è installato che si tratti di un soggiorno, di una camera da letto, di un bagno con doccia o un locale seminterrato privi di finestra.

Condensa

I NOSTRI PRODOTTI – SENZA CANALIZZAZIONE
SeparatoreAzzurro

SOLUZIONI PROPOSTE CON SISTEMI SENZA CANALIZZAZIONE
SeparatoreAzzurro

Per un corretto mantenimento dell’edificio e per un clima sano, un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC) è ormai indispensabile. Il risparmio energetico ottenuto attraverso costose migliorie all’isolamento termico viene mantenuto ed esaltato, tramite il recupero di calore, il ricambio continuo e controllato dell’aria migliora ulteriormente il bilancio energetico delle nostre abitazioni.

NOVITA’: AIRMATIC ALLUMINIUM
SeparatoreAzzurro

Airmatic-All30
Airmatic Alluminium è un VRC – Ventilatore con Recupero di Calore – utile per il controllo del tasso di umidità interna in condizioni invernali – ad alta efficienza, affidabilità e silenziosità grazie all’impiego dei migliori componenti elettronici e semi lavorati di derivazione dell’industria aerospaziale (garanzia globale: 2+3 anni, garanzia core: 10 anni).

L’estrema semplificazione ingegneristica rende Airmatic Alluminium facile ed economico da installare, usare e manutenere.

Il recupero di energia è basato sul principio dello scambio di energia sensibile tra due flussi incrociati d’aria (espulsione dell’aria esausta interna ed aspirazione di aria fresca esterna) tramite uno scambiatore di calore in alluminio.
Il controllo del tasso di umidità interna (nella stagione fredda) è basato sul principio dell’espulsione dell’aria interna (carica di umidità) e l’immissione di aria esterna meno umida per effetto della temperatura (la quantità di umidità – in g/m3 – in saturazione diminuisce esponenzialmente col diminuire della temperatura).
Airmatic Alluminium è ottimizzato per soddisfare le esigenze di comfort (umidità e temperatura) e risparmio energetico* delle case ad alta efficienza energetica grazie all’implementazione di uno schema di ventilazione “capillare” a bassa portata ed alto rendimento, che prevede tipicamente l’installazione di 3 oppure 5 VRC Airmatic Alluminium per un appartamento di 100-120m² (bagno, camere, soggiorno e cucina) per un ricambio d’aria di circa 160m³/ora.
L’alta efficienza ed il costo contenuto permettono un ammortamento in circa 24 mesi, grazie al consistente risparmio di energia di riscaldamento e di climatizzazione estiva.

I vantaggi della tecnologia VRC Airmatic Alluminium

  • facilità e economicità dell’installazione e manutenzione, perché il VRC Airmatic Alluminium non richiede canalizzazioni di distribuzione dell’aria (a differenza dei sistemi centralizzati), ma solo un foro (nella parete esterna) di 150/160 mm (l’apparato ha una forma cilindrica di diametro 140 mm e una lunghezza a misura del vostro muro perimetrale – min. 200 mm).
  • facilità e intuitività dell’utilizzo: 1 o 2 velocità (ventola), modalità estiva notturna “free-cooling” o integrabile in un sistema di domotica.
  • l’estrema silenziosità 9,5dB(A) lo rende praticamente non percettibile e adatto ad essere installato in camere da letto; Airmatic Alluminium è ai massimi livelli per silenziosità.
  • la possibilità di funzionamento a ventola spenta, per un ricambio costante a bassissima portata quando il locale/abitazione è disabitato.
  • l’altissima efficienza energetica (del 90%) a funzionamento costante e a bassa portata (15 m³/ora).
  • l’altissima affidabilità e qualità (garanzia globale: 2+3 anni, garanzia sul core (scambiatore di calore): 10 anni).
  • il montaggio a scomparsa nel muro perimetrale.
  • il design italiano delle griglie decorative (disponibili con kit fonoassorbente)
  • flessibilità: l’accensione/spegnimento ed il passaggio in modalità freecooling (senza recupero di calore) avviene tramite semplici interruttori che comandano l’alimentatore progettato per essere installato in scatole elettriche tonde o rettangolari
griglia
interruttore
Ventola

Le caratteristiche del VRC Airmatic Alluminium

  • Recupero di calore: > 90% a 15 m³/h, > 80% a 30 m³/h – scambiatore di calore (core) in alluminio
  • Portata*: 15 – 30 m³/h
  • Consumo massimo*: 1,5 W a 30 m³/h (compreso consumo dell’alimentatore)
  • Livello sonoro*: 9,5 dB(A) a 15 m³/h (SWiF2 80P a 9V), 15,5 dB(A) a 30 m³/h (SWiF2 80P a 12V)
  • Lunghezza: da 25 a 55 cm + segmenti di prolungamento / su misura da 20 cm a > 1 m
  • Diametro: 14 cm

* livello sonoro, portata e consumo: senza filtri e senza kit fonoassorbente.

Economia di energia / ritorno sull’investimento (ROI)

Un’approssimazione del risparmio di energia (di riscaldamento in inverno e di raffreddamento in estate), per una casa/ufficio di 120m², varia da 400 a 800€ l’anno.
E’ dunque possibile ripagare l’investimento di un VRC (Ventilatore con Recupero di Calore) in alcuni anni.

VRC

SOLUZIONI PROPOSTE CON SISTEMI SENZA CANALIZZAZIONE:
VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA AIRMATIC CERAM
SeparatoreAzzurro

Airmatic Ceram
Come le altre unità della serie Deumidificazione ambientale, Airmatic Ceram è un areatore con recupero di calore che espelle l’aria viziata direttamente all’esterno e immette aria esterna di rinnovo nel locale in cui è installato.
In questo processo i flussi in entrata e in uscita attraversano lo scambiatore ceramico recuperando il calore dell’aria espulsa.
Airmatic Ceram si avvale di un motore a Commutazione Elettronica (Brushless) che consente di ridurre drasticamente i consumi elettrici.
Rimane inoltre inalterato il concetto di riduzione dei consumi degli impianti di riscaldamento e condizionamento grazie al “recupero di calore”.

Lo scambiatore ceramico ha un rendimento no al 90% di energia che conferisce al prodotto capacità prestazionali davvero elevate.

Flussi
Struttura2

Il prodotto è equipaggiato con due filtri anti-polvere classe G3 per la filtrazione dell’aria immessa e a protezione dello scambiatore ceramico (Ø 150), di semplice estrazione per una pratica e veloce manutenzione.

FACILITÀ DI MANUTENZIONE

L’apparecchio è stato progettato con l’intento di rendere estremamente facile l’operazione di manutenzione, al fine di ottimizzare le fasi di ispezione e pulizia. 

FACILITÀ DI PULIZIA

La possibilità di smontare ogni singolo componente del prodotto rende l’operazione di pulizia veloce e pratica: con un semplice risciacquo sotto acqua corrente delle componenti non elettriche (filtro, ventola, ecc.) e con un pratico passaggio sulle superci, l’apparecchio sarà facilmente oggetto di periodiche pulizie. 

PERSONALIZZAZIONE DELLA LUNGHEZZA DEL TUBO

La varietà con la quale si presentano i muri in termini di spessore, rende necessario avvalersi di un tubo versatile e accorciabile: grazie alla predisposizione grafica sul pvc è possibile accorciare il condotto dalla sua misura massima (40 cm) a quella necessaria.

CARATTERISTICHE GENERALI

  • scambiatore ceramico con rendimenti fino al 90%
  • adatto per singolo ambiente
  • compatto, versatile e semplice da utilizzare
  • costruito con materiali resistenti, di alta qualità ed esteticamente di pregio
  • doppi litri separati per l’aria in entrata e in uscita, facilmente smontabili e lavabili
  • non necessita di scarico condensa
  • velocità di aspirazione regolabile con portata no a 60 m3/h
  • flusso in estrazione e immissione alternato
  • motore a commutazione elettronica (Brushless)
  • ridotti consumi elettrici
  • silenziosità di funzionamento
  • gli apparecchi ad espulsione diretta sono da installarsi sulle pareti perimetrali dell’abitazione ed hanno un condotto variabile in lunghezza da 250 a 400 mm
  • è possibile canalizzare l’aria in espulsione con un tubo di pari diametro fino ad una distanza di 3 metri. Per canalizzazioni in espulsione, laddove si renda necessaria una deviazione, la lunghezza max del condotto (comprensiva di una curva a 90°) sarà di 2,5 metri
  • sistema di ventilazione semplice che non necessita di canalizzazioni
  • filtri e scambiatore facilmente smontabili e lavabili
  • utilizzabile in sostituzione di un estrattore esistente con minimo intervento
Posizionamento

MODELLI

Modelli Airmatic Ceram

DESCRIZIONI TECNICHE

DatiTecnici

DIMENSIONI

Dimensioni

PER VISUALIZZARE LA DOCUMENTAZIONE COMPLETA DELL’ AIRMATIC CERAM SCARICA IL PDF

SOLUZIONI PROPOSTE CON SISTEMI SENZA CANALIZZAZIONE:
VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA AIRMATIC
SeparatoreAzzurro

IL SISTEMA AIRMATIC GARANTISCE UN RICIRCOLO D’ARIA OTTIMALE CREANDO UN AMBIENTE SALUBRE CHE INIBISCE LA FORMAZIONE DI CONDENSA E MUFFE.

Ricircolo
EsempioInvernaleOK
STILL_Airmatic

ARIA TIEPIDA D’INVERNO E PIÚ FRESCA D’ESTATE

AirMATIC è dotato di una coppia di aspiratori centrifughi: il primo preleva l’aria dall’ambiente in cui è installato e la espelle, l’altro aspira l’aria esterna e la immette nel locale.

I due flussi attraversano (incrociandosi senza mescolarsi fra loro) uno scambiatore di calore realizzato con fogli in PVC alveolari sovrapposti e saldati: l’aria in uscita cede la propria energia termica all’aria proveniente dall’esterno che AirMATIC sta immettendo nell’ambiente riducendo il fabbisogno di energia per riscaldare (o condizionare) il locale.

VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE

01_Icona_Airmatic

AirMATIC, controllando l’aria, aiuta a ridurre o liminare l’umidità e le muffe, ripristinando le condizioni ambientali ideali.

02_Icona_Airmatic

L’antica abitudine di aprire le finestre genera un elevato spreco di energia termica, AirMATIC garantisce un ricambio d’aria ottimale rendendo l’aria più salubre, pulita e respirabile risparmiando energia.

04_Icona_Airmatic

Il sistema VMC AirMATIC rappresenta uno degli aeratori con minor consumo disponibile, ad oggi, sul mercato.

 

03_Icona_Airmatic

In posizione centrata seppur assolutamente discreta AirMATIC è dotato di spia di funzionamento, particolarmente utile nel monitorare a colpo d’occhio il buon esercizio del dispositivo.

05_Icona_Airmatic

Grazie alle sue caratteristiche la presenza di AirMATIC contribuisce al raggiungimento della Classe Energetica desiderata nell’ambito della valutazione tecnica dell’immobile.

SEMPLICE INSTALLAZIONE A PARETE

AirMATIC si installa a parete utilizzando un tubo da 100/120 mm di diametro, può inoltre sostituire un qualsiasi aspiratore per espulsione diretta preesistente.

Viene fornito con il tubo d’immissione in PVC (diametro 63 mm e lunghezza 400 mm) da inserire all’interno del condotto; in caso di pareti con spessore superiore ai 400 mm è sufficiente sostituire il tubo in dotazione con uno facilmente reperibile in commercio di pari diametro.
Condutture di lunghezza elevata causano una riduzione delle prestazioni.

ULTERIORI DETTAGLI

• Ideale per applicazioni domestiche ed utilizzabile per singolo ambiente;
• Installabile a parete e/o pannello;
• Motori montati su cuscinetti per una lunga durata;
• Scambiatore di calore in fogli di PVC saldati;
• Coppia di aspiratori centrifughi;
• Filtri in poliuretano espanso per una maggiore protezione e durata di funzionamento;
• Corpo e componenti interni in ABS bianco;
• Prestazioni di assoluta rilevanza in termini di rapporto tra recupero energetico, consumo, portata e silenziosità; • Conforme alla norma EN 60335-2-80.

CARATTERISTICHE TECNICHE

• Ø foro mm 11-120;
• Volt a 50 Hz 220-240;
• Portata aspirazione m3 /h 60;
• Portata espulsione m3 /h 70;
• Potenza 40W;
• Rumorosità dB (a 3 metri) 34
• Peso 3,3 Kg
• Dimensioni in mm (larg x alt x prof): 257 x 400 x 155

SOLUZIONI PROPOSTE CON SISTEMI SENZA CANALIZZAZIONE:
TRATTAMENTO DELL’ARIA NEGLI AMBIENTI IDROMATIC
SeparatoreAzzurro

APPLICAZIONI EDIFICI STORICI LUOGHI DI CULTO, MUSEI

È l’applicazione forse più conosciuta: specialmente nella stagione invernale tali apparecchi vengono utilizzati per togliere l’umidità da ambienti particolarmente umidi con presenza di muffa e con scarsa areazione. Un caso tipico sono le cantine dove tali apparecchiature possono trovare impiego anche durante tutto l’arco dell’anno.

In tali applicazioni il deumidificatore trova efficace impiego anche nell’asciugatura degli indumenti nel periodo invernale: infatti oltre a diminuire il contenuto di vapor acqueo nell’aria, come si è detto in precedenza, tale apparecchio ne provoca anche il relativo riscaldamento, facilitando ulteriormente in tal modo la cessione da parte degli indumenti di vapore acqueo e la conseguente asciugatura.

 

Un’altra applicazione di un certo rilievo in ambito residenziale è quello dell’asciugatura dei massetti in ambito edilizio, o dell’asciugatura di ambienti dopo un allagamento.
L’utilizzo di un deumidificatore in tale caso accelera il processo di asciugatura in maniera decisamente considerevole, riducendone in maniera significativa i tempi di ripristino, a patto che gli ambienti siano chiaramente confinati.

Sempre in ambito residenziale un’altra applicazione di grande diffusione sono le palestre, dove in periodo invernale, dato il notevole afflusso di persone e l’assenza di ricambi d’aria adeguati, il tasso di umidità relativa giunge a livello spesso intollerabili. L’impiego di un deumidificatore può quindi risultare di particolare efficacia.

PRODOTTI
SeparatoreAzzurro

Deumidificatori Professionali

Serie ALPHA

Vasta gamma di deumidificatori professionali adatti a molteplici utilizzi, dal residenziale al cantiere. Prodotti affidabili e performanti.

Deumidificatori Fissi

Serie BETA

Vasta gamma di deumidificatori per ambienti ampi. Prodotti di design raffinato da ambiente o per locali tecnici canalizzabili. Resistenti alla corrosione. I deumidificatori fissi possono essere utilizzati in ambienti quali residenze o uffici.

Deumidificatori Domestici

Serie DELTA

Prodotti semi-professionali per la deumidificazione di ambienti domestici.

DELTA 26-32-32S

Domestici DELTA32

Deumidificatori a Basso Consumo ALTA EFFICIENZA

Serie GAMMA

Progettati per asciugare lavanderia e cantina in generale. Apparecchio unico sul mercato, per la sua categoria di applicazione, che combina l’alta efficienza con le nuove tecnologie, frutto del nostro know-how.

ABITAZIONI CIVILI E CONDOMINI

Un altro settore dove i deumidificatori trovano largo impiego è quello delle piscine.
È facile intuire come in periodo invernale e nelle mezze stagioni in tali ambienti ci sia un grande rilascio di vapore.

Infatti lo specchio d’acqua elevato, l’attività fisica delle persone che crea turbolenza sulla superficie, il riscaldamento dell’acqua sino a 27-28°C sono tutti fattori che concorrono sensibilmente al processo di evaporazione, risulta quindi necessaria la presenza di un sistema di trattamento dell’aria in cui vengano gestiti generalmente il controllo della temperatura, dell’umidità e dell’immissione di aria di rinnovo.

 

In alcune piscine è presente il sistema di riscaldamento dell’aria (con eventuale rinnovo) per cui ad esso sarà sufficiente affiancare un deumidificatore con sola funzione di deumidifica ed eventualmente di integrazione termica. In altri impianti invece, il deumidificatore assolve in toto sia al controllo della temperatura, dell’umidità e del ricambio dell’aria.

La prima tipologia di apparecchiature presenta generalmente un sistema a ciclo frigorifero diretto, con evaporatore a batteria alettata resistente alla corrosione (rame/rame, alette preverniciate, ecc.) ed eventualmente come accessori una batteria riscaldante integrativa ad acqua calda ed un desurriscaldatore in acciaio inox per trasferire parte del calore di condensazione direttamente all’acqua della piscina.

La seconda tipologia di apparecchiature risulta di tipo più complesso, con ciclo frigorifero ad espansione diretta, sistema di gestione del ricambio dell’aria con serrande e recuperatore statico di calore, ed eventualmente batteria integrativa a acqua calda e desurriscaldatore.

CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DEI DEUMIDIFICATORI
SeparatoreAzzurro

Il dimensionamento dei deumidificatori risulta generalmente delicato e deve essere effettuato da personale specializzato. Come indicazione di massima si considera nel dimensionamento l’attività che si svolge nei locali interessati alla deumidificazione e le dimensioni in termini di superficie e volume degli ambienti da trattare.
Ad esempio per un impiego di tipo domestico, si può ipotizzare una produzione di 0,04 litri di condensa al giorno per ogni metro cubo di volume dell’ambiente da deumidificare; nel caso di asciugatura degli indumenti invece avremo una produzione di 0,10 litri di condensa da deumidificare al giorno per ogni 30-40 kg di indumenti. In ambito lavorativo edile come l’asciugatura dei massetti si può ipotizzare una produzione di 0,5 litri di condensa da deumidificare al giorno per ogni metro quadrato di ambiente interessato. In altre applicazioni il dimensionamento non viene determinato solo sulla base della volumetria dell’ambiente da trattare ma anche in funzione del numero di persone mediamente presenti essendo loro stesse causa della produzione di vapore acqueo. Caso interessante è quello generato dal rilascio di vapore acqueo per effetto della sudorazione da parte delle persone che svolgono attività fisica, un valore medio può essere ricavato dalla tabella a fianco.

PRODUZIONE MEDIA DI VAPORE PER TIPO DI ATTIVITÀ:

Attività sedentaria 50 – 70 g/h
Moderata attività fisica 100 – 120 g/h
Attività sportiva 150 – 200 g/h

IDROMATIC MODELLO BETA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli BETA-50A

Situazione iniziale:

umidità ambientale 78%

Situazione finale:

umidità ambientale 50%

IDROMATIC MODELLO ALPHA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli ALPHA-150

Situazione iniziale:

umidità ambientale 75%

Situazione finale:

umidità ambientale 55%

CASI DI SUCCESSO
SeparatoreAzzurro

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-100sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 79%
Situazione finale:
umidità ambientale 55%

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-75sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 85%
Situazione finale:
umidità ambientale 52%

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-75sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 88%

Situazione finale:
umidità ambientale 52%

IDROMATIC MODELLO ALPHA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli ALPHA-150

Situazione iniziale:

umidità ambientale 73%

Situazione finale:

umidità ambientale 50%

PER VISUALIZZARE LA DOCUMENTAZIONE COMPLETA DELL’ IDROMATIC SCARICA IL PDF

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

CONTATTACI