Slide background

DEUMIDIFICAZIONE AMBIENTALE:
COME RISOLVERE IL PROBLEMA DI MUFFA E CONDENSA
CAUSATA DALL’UMIDITA’ AMBIENTALE
SeparatoreAzzurro

L’IMPORTANZA DEL RICAMBIO D’ARIA
NEGLI AMBIENTI:

Negli ultimi anni si costruisce con maggior attenzione al rispetto dei massimi standard di recupero energetico.

A seguito di ciò, nelle moderne costruzioni e nell’adeguamento delle esistenti, l’utilizzo di materiali e tecnologie sempre più performanti rende i locali in cui viviamo sempre più sigillati.
La ventilazione dei locali diventa dunque una priorità assoluta.

In ambienti così sigillati, naturalmente, l’aria interna risulta facilmente più umida e inquinata rispetto a quella esterna a causa di numerosi fattori, quali, per citare i principali, i prodotti utilizzati per la pulizia, i residui della cottura dei cibi, l’umidità e le esalazioni prodotte in locali igienici o lavanderia o le sostanze generate dal nostro corpo che contribuiscono alla creazione di una condizione estremamente insalubre e allergica, in casi limite ed in particolari locali accompagnata anche dalla comparsa di muffe.

Il ricambio d’aria (ventilazione) restituirebbe salute e vivibilità ai locali.

04_benessere_deumidificazione_melloncelli

L’UMIDITÀ AMBIENTALE

La comparsa delle tipiche macchie sulle pareti rappresenta uno stadio già avanzato del processo di creazione delle muffe perché la prima colonia di spore non è visibile ad occhio nudo.

 

La causa è l’umidità da condensa. Le tecnologie Melloncelli, ricambiando l’aria, permettono l’espulsione dell’umidità in eccesso dal locale in cui è installato che si tratti di un soggiorno, di una camera da letto, di un bagno con doccia o un locale seminterrato privi di finestra.

Condensa

I NOSTRI PRODOTTI – SENZA CANALIZZAZIONE
SeparatoreAzzurro

ULTERIORI DETTAGLI

• Ideale per applicazioni domestiche ed utilizzabile per singolo ambiente;
• Installabile a parete e/o pannello;
• Motori montati su cuscinetti per una lunga durata;
• Scambiatore di calore in fogli di PVC saldati;
• Coppia di aspiratori centrifughi;
• Filtri in poliuretano espanso per una maggiore protezione e durata di funzionamento;
• Corpo e componenti interni in ABS bianco;
• Prestazioni di assoluta rilevanza in termini di rapporto tra recupero energetico, consumo, portata e silenziosità; • Conforme alla norma EN 60335-2-80.

CARATTERISTICHE TECNICHE

• Ø foro mm 11-120;
• Volt a 50 Hz 220-240;
• Portata aspirazione m3 /h 60;
• Portata espulsione m3 /h 70;
• Potenza 40W;
• Rumorosità dB (a 3 metri) 34
• Peso 3,3 Kg
• Dimensioni in mm (larg x alt x prof): 257 x 400 x 155

SOLUZIONI PROPOSTE CON SISTEMI SENZA CANALIZZAZIONE:
TRATTAMENTO DELL’ARIA NEGLI AMBIENTI IDROMATIC
SeparatoreAzzurro

APPLICAZIONI EDIFICI STORICI LUOGHI DI CULTO, MUSEI

È l’applicazione forse più conosciuta: specialmente nella stagione invernale tali apparecchi vengono utilizzati per togliere l’umidità da ambienti particolarmente umidi con presenza di muffa e con scarsa areazione. Un caso tipico sono le cantine dove tali apparecchiature possono trovare impiego anche durante tutto l’arco dell’anno.

In tali applicazioni il deumidificatore trova efficace impiego anche nell’asciugatura degli indumenti nel periodo invernale: infatti oltre a diminuire il contenuto di vapor acqueo nell’aria, come si è detto in precedenza, tale apparecchio ne provoca anche il relativo riscaldamento, facilitando ulteriormente in tal modo la cessione da parte degli indumenti di vapore acqueo e la conseguente asciugatura.

 

Un’altra applicazione di un certo rilievo in ambito residenziale è quello dell’asciugatura dei massetti in ambito edilizio, o dell’asciugatura di ambienti dopo un allagamento.
L’utilizzo di un deumidificatore in tale caso accelera il processo di asciugatura in maniera decisamente considerevole, riducendone in maniera significativa i tempi di ripristino, a patto che gli ambienti siano chiaramente confinati.

Sempre in ambito residenziale un’altra applicazione di grande diffusione sono le palestre, dove in periodo invernale, dato il notevole afflusso di persone e l’assenza di ricambi d’aria adeguati, il tasso di umidità relativa giunge a livello spesso intollerabili. L’impiego di un deumidificatore può quindi risultare di particolare efficacia.

PRODOTTI
SeparatoreAzzurro

Deumidificatori Professionali

Serie ALPHA

Vasta gamma di deumidificatori professionali adatti a molteplici utilizzi, dal residenziale al cantiere. Prodotti affidabili e performanti.

Deumidificatori Fissi

Serie BETA

Vasta gamma di deumidificatori per ambienti ampi. Prodotti di design raffinato da ambiente o per locali tecnici canalizzabili. Resistenti alla corrosione. I deumidificatori fissi possono essere utilizzati in ambienti quali residenze o uffici.

Deumidificatori Domestici

Serie DELTA

Prodotti semi-professionali per la deumidificazione di ambienti domestici.

DELTA 26-32-32S

Domestici DELTA32

Deumidificatori a Basso Consumo ALTA EFFICIENZA

Serie GAMMA

Progettati per asciugare lavanderia e cantina in generale. Apparecchio unico sul mercato, per la sua categoria di applicazione, che combina l’alta efficienza con le nuove tecnologie, frutto del nostro know-how.

ABITAZIONI CIVILI E CONDOMINI

Un altro settore dove i deumidificatori trovano largo impiego è quello delle piscine.
È facile intuire come in periodo invernale e nelle mezze stagioni in tali ambienti ci sia un grande rilascio di vapore.

Infatti lo specchio d’acqua elevato, l’attività fisica delle persone che crea turbolenza sulla superficie, il riscaldamento dell’acqua sino a 27-28°C sono tutti fattori che concorrono sensibilmente al processo di evaporazione, risulta quindi necessaria la presenza di un sistema di trattamento dell’aria in cui vengano gestiti generalmente il controllo della temperatura, dell’umidità e dell’immissione di aria di rinnovo.

 

In alcune piscine è presente il sistema di riscaldamento dell’aria (con eventuale rinnovo) per cui ad esso sarà sufficiente affiancare un deumidificatore con sola funzione di deumidifica ed eventualmente di integrazione termica. In altri impianti invece, il deumidificatore assolve in toto sia al controllo della temperatura, dell’umidità e del ricambio dell’aria.

La prima tipologia di apparecchiature presenta generalmente un sistema a ciclo frigorifero diretto, con evaporatore a batteria alettata resistente alla corrosione (rame/rame, alette preverniciate, ecc.) ed eventualmente come accessori una batteria riscaldante integrativa ad acqua calda ed un desurriscaldatore in acciaio inox per trasferire parte del calore di condensazione direttamente all’acqua della piscina.

La seconda tipologia di apparecchiature risulta di tipo più complesso, con ciclo frigorifero ad espansione diretta, sistema di gestione del ricambio dell’aria con serrande e recuperatore statico di calore, ed eventualmente batteria integrativa a acqua calda e desurriscaldatore.

CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DEI DEUMIDIFICATORI
SeparatoreAzzurro

Il dimensionamento dei deumidificatori risulta generalmente delicato e deve essere effettuato da personale specializzato. Come indicazione di massima si considera nel dimensionamento l’attività che si svolge nei locali interessati alla deumidificazione e le dimensioni in termini di superficie e volume degli ambienti da trattare.
Ad esempio per un impiego di tipo domestico, si può ipotizzare una produzione di 0,04 litri di condensa al giorno per ogni metro cubo di volume dell’ambiente da deumidificare; nel caso di asciugatura degli indumenti invece avremo una produzione di 0,10 litri di condensa da deumidificare al giorno per ogni 30-40 kg di indumenti. In ambito lavorativo edile come l’asciugatura dei massetti si può ipotizzare una produzione di 0,5 litri di condensa da deumidificare al giorno per ogni metro quadrato di ambiente interessato. In altre applicazioni il dimensionamento non viene determinato solo sulla base della volumetria dell’ambiente da trattare ma anche in funzione del numero di persone mediamente presenti essendo loro stesse causa della produzione di vapore acqueo. Caso interessante è quello generato dal rilascio di vapore acqueo per effetto della sudorazione da parte delle persone che svolgono attività fisica, un valore medio può essere ricavato dalla tabella a fianco.

PRODUZIONE MEDIA DI VAPORE PER TIPO DI ATTIVITÀ:

Attività sedentaria 50 – 70 g/h
Moderata attività fisica 100 – 120 g/h
Attività sportiva 150 – 200 g/h

IDROMATIC MODELLO BETA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli BETA-50A

Situazione iniziale:

umidità ambientale 78%

Situazione finale:

umidità ambientale 50%

IDROMATIC MODELLO ALPHA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli ALPHA-150

Situazione iniziale:

umidità ambientale 75%

Situazione finale:

umidità ambientale 55%

CASI DI SUCCESSO
SeparatoreAzzurro

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-100sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 79%
Situazione finale:
umidità ambientale 55%

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-75sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 85%
Situazione finale:
umidità ambientale 52%

IDROMATIC MODELLO GAMMA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli GAMMA-75sA

Situazione iniziale:
umidità ambientale 88%

Situazione finale:
umidità ambientale 52%

IDROMATIC MODELLO ALPHA

Esempio di installazione deumidificatore ambientale Melloncelli ALPHA-150

Situazione iniziale:

umidità ambientale 73%

Situazione finale:

umidità ambientale 50%

PER VISUALIZZARE LA DOCUMENTAZIONE COMPLETA DELL’ IDROMATIC SCARICA IL PDF

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

CONTATTACI