Blog

Bologna - Parrocchia S. Paolo Maggiore

San Paolo Maggiore – Bologna – Estrattore sali

  |   Notizie
Una muratura soggetta a contaminazione da sali solubili può essere trattata mediante il processo di estrazione tramite impacco, che garantisce una efficace azione desalinizzante sulla superficie per una profondità variabile a seconda della porosità e della natura del substrato.
Il principio si basa sull’utilizzo di acqua deionizzata per favorire la dissoluzione ed il trasporto in superficie dei sali solubili grazie al contatto prolungato (favorito dall’elevata capacità del prodotto di immagazzinare e trattenere il solvente, in questo caso l’acqua) con il materiale da trattare.
Il prodotto utilizzato per l’impacco contiene materiali naturali quali la polpa di cellulosa con elevato grado di purezza, che garantiscono l’applicabilità della tecnica a diverse tipologie di substrati lapidei naturali ed artificiali.
La superficie da trattare deve essere dapprima pulita meccanicamente mediante spazzolatura in modo da rimuovere i depositi superficiali di sali cristallizzati ed eventualmente pre-consolidata a seconda dello stato conservativo e del grado di coesione del materiale.
L’impacco viene steso manualmente o mediante spruzzatura sulla superficie da trattare con spessore di circa 2cm; nel caso in cui le condizioni ambientali siano sfavorevoli (a causa di temperature elevate e umidità relativa dell’aria molto bassa) è opportuno proteggere il prodotto con materiali che impediscano una rapida evaporazione dell’acqua deionizzata, quali ad esempio pellicole in polietilene.
Il tempo di applicazione può essere determinato mediante test preliminari in situ, in modo da ottimizzare il processo di pulitura, utilizzando eventualmente l’analisi conduttimetrica su campioni di polpa prelevati a tempi prestabiliti (previa estrazione secondo la procedura definita dalla normativa UNI 11087) per determinare la curva di efficacia del trattamento. In genere i tempi variano fra le 24 e le 48 ore.
La rimozione dell’impacco viene eseguita manualmente, avendo cura di non danneggiare la superficie trattata; eventuali residui di polpa possono essere rimossi con l’ausilio di spugne umidificate non abrasive.

MODALITA’ APPLICATIVE

- Preparazione dell’impacco
- Preparazione della superficie da trattare
- Applicazione del prodotto sulla superficie da trattare
- STESURA MANUALE:
- STESURA MECCANICA MEDIANTE SPRUZZATORE:
- Protezione dell’impacco

MODALITA’ APPLICATIVE

- Tempi di applicazione dell’impacco
- Rimozione dell’impacco

Tabella CONFRONTO conduttività specifica

TabellaCONFRONTO